201909.23
0

Attenzione alle insidie che si nascondono dietro la vendita online!

Da tempo l’AGCM si schiera a tutela del consumatore virtuale, reprimendo gli abusi e le violazioni del Codice del Consumo.

Anche in questo caso, a seguito nelle numerose segnalazioni pervenute, l’AGCM ha aperto un procedimento istruttorio nei confronti di due aziende operanti online nella vendita di articoli d’arredo, DB Web Holding srls e ADB Interiors srls, per aver posto in essere pratiche commerciali scorrette.

I clienti accusavano le società di aver accettato ordini e pagamenti senza consegnare la merce ordinata, di ostacolare il rimborso e l’esercizio del diritto di recesso, così di divulgare informazioni non veritiere circa il reale stato dell’ordine richiesto e sulle tempistiche di consegna.

A ciò si aggiunga che contro queste società anche un noto produttore di prodotti per l’arredamento ha evidenziato come dal sito si evince la sussistenza di un rapporto di distribuzione tra questo e le società sotto istruttoria, ingannevole per i clienti.

All’esito del sopralluogo, si è verificato che nel biennio 2018-2019, le società avevano annullato una grande fetta degli ordini richiesti e che difficoltoso pareva rimborsare il cliente. Infatti, la società DB Web Holding srls ha ricevuto ben 1728 richieste di rimborso, finalizzandone il 94%, mentre ADB Interiors srls documentava 1479 richieste e ne portava a termine solo il 52% (772).

L’evidenza della sussistenza di tali pratiche scorrette ha portato l’AGCM ad emanare il provvedimento cautelare nei confronti della società ADB Interior srls (unica ancora operante, poiché il sito di DB Holding srls risulta non operativo e non accessibile al pubblico dal febbraio 2019), inibendole la commercializzazione e la vendita di prodotti non disponibili o pronti per la consegna.

(AGCM, comunicato del 9/9/2019)