201809.26
0

Ove il bando di gara attribuisca un punteggio alla presenza di un ufficio operativo in un dato territorio, l’interesse sotteso alla previsione della lex specialis può essere soddisfatto anche da quelle imprese concorrenti che, pur non operando di norma nell’ambito territoriale di riferimento, possono dotarsi, in caso di aggiudicazione, di uffici operativi attraverso una molteplicità di strumenti negoziali di durata pari al contratto stipulato con la stazione appaltante, senza in tal modo doversi assumere un onere economico del tutto ingiustificato in fase di gara.

Lo ha precisato il TAR Valle D’Aosta in una gara per la copertura assicurativa di un comune, richiamando i principi europei e nazionali di libera concorrenza, di non discriminazione e parità di trattamento degli operatori economici, e del relativo corollario del favor partecipationis, oltre che la giurisprudenza della Corte Costituzionale che ha chiarito che discriminare le imprese sulla base di un elemento di localizzazione territoriale contrasta con il principio di uguaglianza.

TAR Valle D’Aosta, Sez. U., 17/09/2018, n. 44