201910.22
0

Un’impresa invia la domanda di partecipazione a una gara telematica. Malgrado la piattaforma le avesse dato ricevuta di caricamento positiva, la SA le comunica l’esclusione in quanto la documentazione amministrativa caricata risultava essere “danneggiata e non visualizzabile”.

L’impresa sostiene però che a essere illeggibile era la sola documentazione amministrativa e non l’offerta tecnica ed economica, quindi, trattandosi di carenza formale della domanda come previsto dall’art. 83, comma 9 del d.lgs. n. 50/2016, la SA avrebbe potuto chiedere l’integrazione con il soccorso istruttorio.

La vicenda finisce in Tribunale e il Collegio accoglie la domanda dell’impresa proprio in base alla chiara lettera della norma secondo cui il soccorso istruttorio è escluso in caso di mancanza, incompletezza o irregolarità “afferenti all’offerta economica e all’offerta tecnica”, e non nel caso in esame di irregolarità riguarda la documentazione amministrativa che risultava “essere danneggiata e non visualizzabile”.

Ancora, l’impresa, ad avviso del TAR, non poteva che fare affidamento sul messaggio di posta elettronica del gestore della piattaforma dove si diceva che era stato caricato il file contenente la Busta A – Documentazione amministrativa, senza porre in risalto disguidi.

È interessante un passaggio: le procedure informatiche applicate ai procedimenti amministrativi devono collocarsi in una posizione servente rispetto agli stessi.

Dalla natura strumentale dell’informatica applicata all’attività della PA discende che la PA deve accollarsi il rischio dei malfunzionamenti e degli esiti anomali dei sistemi informatici di cui la stessa si avvale, essendo evidente che l’agevolazione che deriva alla PA stessa, sul fronte organizzativo interno, dalla gestione digitale dei flussi documentali, deve essere controbilanciata dalla capacità di rimediare alle occasionali possibili disfunzioni che possano verificarsi, in particolare attraverso lo strumento del soccorso istruttorio.

(TAR Lazio Roma, Sez. III quater, 17/9/2019, n. 11022)