201806.06
0

Il differimento dell’accesso agli elaborati costituenti un progetto definitivo destinato ad essere posto a base di un bando di gara sino al momento della pubblicazione dell’intero progetto è legittimo, in quanto volto a tutelare la par condicio fra i concorrenti alla futura procedura.

Come precisato da una recente sentenza del TAR Lazio, infatti, la tutela della par condicio passa anche attraverso la provvisoria sottrazione all’accesso della documentazione prodromica alla gara che possa essere di qualche utilità nella predisposizione delle offerte, in quanto la anticipata conoscenza delle caratteristiche dei lavori oggetto della procedura potrebbe avvantaggiare un concorrente sugli altri, alterando la regolarità del confronto concorrenziale e attribuendo a chi ha ottenuto l’ostensione una non consentita posizione di vantaggio rispetto agli altri potenziali concorrenti.

TAR Lazio, Roma, 28/05/2018 n. 5975