201809.13
0

Accreditamento solo di nome o anche di fatto?

Al di là del nome assegnato dall’Amministrazione procedente, una procedura tesa non solo al riconoscimento dell’esistenza di requisiti per così dire abilitanti, bensì proprio all’individuazione del soggetto gestore di un servizio sociale, non può essere ricondotta ad un mero preventivo “accreditamento”, ma costituisce un affidamento ai sensi del Codice dei contratti pubblici. Lo ha chiarito…

201807.25
0

Fornitura con base d’asta eccessivamente ridotta: la gara può essere annullata

Il potere discrezionale delle stazioni appaltanti di definire l’importo a base d’asta non è libero o assoluto, bensì sindacabile attraverso il parametro della logicità e ragionevolezza nella misura in cui non viene contestualizzato o filtrato attraverso una corretta analisi di mercato ed una attenta valutazione dei prezzi. Lo ha chiarito il TAR Reggio Calabria in…

201807.18
0

Affidamento a società mista: oggetto “doppio” ma non generico

L’oggetto della gara “a doppio oggetto”, ovverosia della gara in cui in un unico contesto si seleziona il socio privato e si affida il servizio che dovrà essere svolto dalla società mista, deve essere specifico e predeterminato. Diversamente, infatti, si aggirerebbero le regole pro-competitive a tutela della concorrenza. Questo è quanto si desume dalla lettura…

201807.11
0

In attesa del Registro unico del Terzo settore, un’APS non iscritta nei registri vigenti può partecipare ad una gara d’appalto?

In attesa dell’operatività del Registro unico del Terzo settore (RUNTS), istituito dal nuovo Codice del Terzo settore, l’iscrizione nel registro regionale delle associazioni di promozione sociale (APS) non è obbligatoria per partecipare a una gara di appalto, a meno che la procedura non sia riservata esclusivamente alle APS. Infatti, l’iscrizione nei registri regionali attualmente vigenti…

201807.04
0

L’anomalia dell’offerta e la (libera ma coerente) scelta del CCNL

In un appalto caratterizzato dalla eterogeneità dei servizi non si può applicare un solo CCNL che non tenga conto della specificità delle diverse attività. Infatti, la scelta del contratto collettivo rientra sì fra le prerogative dell’imprenditore, ma vale sempre il limite della coerenza del contratto collettivo scelto rispetto all’oggetto dell’appalto. Lo ha precisato il Consiglio…

201806.27
0

Avvalimento in cui si mette a disposizione solo un referente tecnico. È generico?

Un contratto di avvalimento relativo al possesso di requisiti di capacità tecnico-professionale in cui viene sostanzialmente messa a disposizione solo la consulenza di un referente tecnico può essere considerato rispettoso della necessità della espressa e specifica indicazione delle risorse messe a disposizione ai fini dell’esecuzione dell’appalto. Ha deciso in tal senso il TRGA Trento in…

201806.20
0

Gli accordi di partnership commerciale e co-branding rientrano fra gli appalti nei settori speciali?

Un accordo di partnership commerciale avente ad oggetto particolari condizioni di fornitura da parte di una società privata di un proprio prodotto per la clientela di un’impresa pubblica operante nel settore speciale del gas e dell’energia, in aggiunta a forme di comunicazione condivisa e di co-branding (ovverosia di accostamento dei marchi delle due società, nell’ambito…

201806.06
0

Il differimento dell’accesso al progetto definitivo tutela la par condicio

Il differimento dell’accesso agli elaborati costituenti un progetto definitivo destinato ad essere posto a base di un bando di gara sino al momento della pubblicazione dell’intero progetto è legittimo, in quanto volto a tutelare la par condicio fra i concorrenti alla futura procedura. Come precisato da una recente sentenza del TAR Lazio, infatti, la tutela della…