201710.06
0

Una ditta impugna l’ammissione di un’altra concorrente, per aver quest’ultima presentato la dichiarazione di avvalimento e il relativo contratto senza specificare le risorse e i mezzi in concreto messi a disposizione dall’ausiliaria.

I giudici accolgono il ricorso, in quanto:

–  anche nel Nuovo Codice (art. 89), perché un’offerta in avvalimento sia ammissibile, non è sufficiente la dichiarazione con cui l’ausiliario attesti genericamente di prestare all’ausiliata tutto quanto necessario a rispondere al requisito;

– e neanche sarebbe sufficiente fare riferimento aggiuntivo a eventuali certificazioni di terzi (ad es., SOA);

– infatti, la concorrente deve dimostrare la CONCRETA disponibilità del requisito in prestito, non solo il suo astratto possesso;

– quindi, la dichiarazione di avvalimento e/o il contratto devono OBBLIGATORIAMENTE contenere anche l’esatta indicazione di mezzi, personale e altri elementi strutturali e organizzativi messi a disposizione dall’ausiliaria.

In attesa delle Linee Guida dell’ANAC, di seguito il link della sentenza:

(TAR Sicilia Catania, 6/10/17, n. 2338)